Una nuvola…di incertezza. Costi nascosti e rischi del Cloud Computing

martedì 25 giugno, 2013
di Diego Della Ragione (Consultant @HSPI)

Una delle disruptive technology più discusse negli ultimi anni nel mondo dell’IT è sicuramente il Cloud Computing, definito da Gartner come “una modalità secondo la quale funzionalità IT scalabili e flessibili vengono erogate sotto forma di servizi ai clienti, utilizzando le tecnologie Internet”. La “Nuvola” sta acquisendo un crescente successo, soprattutto tra le piccole e medie imprese e nella Pubblica Amministrazione, che sempre più di frequente migrano verso soluzioni sviluppate, raggruppate e confezionate come offerte di servizi in outsourcing.

Il Cloud ha tutte le carte in regola per rappresentare un acceleratore per il business della piccola e media impresa e della Pubblica Amministrazione. Come qualsiasi innovazione, però, ha dei “difetti di gioventù” che determinano costi e rischi non immediatamente evidenti, che devono essere giustamente soppesati perché non diventino un freno nel contesto specifico del cliente. In questo articolo cercheremo di indirizzare alcune delle problematiche più critiche da tenere in considerazione, gestire e conteggiare prima di migrare verso il Cloud.

©Riproduzione riservata